LIFT

Scritto da claudio on . Postato in SAL

Lavoro, Informazione, Formazione e Territorio: il progetto LIFT.

logo sportellismallNel mese di marzo 2017, prendeva il via il progetto LIFT (Lavoro, Informazione. Formazione e Territorio), creato da Co.Ver.Fo.P. in collaborazione con alcuni comuni suoi consociati.

LIFT è uno sportello che rievoca la funzione dei “vecchi” uffici di collocamento in chiave “smart”: un punto di riferimento dedicato ai cittadini per tutto ciò che riguarda le politiche attive del lavoro, con il valore aggiunto di una tecnologia performante e produttiva. I Comuni che hanno aderito al progetto sono: Livorno Ferraris, Crescentino, Bianzè, Villata, Santhià, Cigliano e Tronzano nelle cui sedi lo sportello è aperto con cadenza settimanale o quindicinale.

La fotografia sociale del bacino di utenza che si è rivolto al LIFT rileva che la maggioranza degli utenti ha la residenza nel comune di apertura e che non esiste una differenza tra il numero di uomini e donne presi in carico. E’ interessante notare che la percentuale prevalente delle persone confluite al LIFT possiede un titolo di studio che non va oltre la terza media o -in pochi casi- il diploma. Per quanto concerne invece il target anagrafico, esso risulta superiore ai 38 anni. Il tempo medio di disoccupazione spazia dai NEET (cioè quei giovani che hanno abbandonato la scuola senza acquisire un titolo e che non hanno mai trovato un’occupazione) alla ricerca del primo impiego ai disoccupati da lungo tempo.

Dal punto di vista dei servizi offerti dallo sportello i più richiesti sono:

  • la compilazione del curriculum,
  • la ricerca attiva online delle offerte di lavoro con una spiegazione della job description
  • la risposta agli annunci supportata dall’operatore

La presa in carico comporta un approfondimento successivo della posizione della singola persona con almeno un altro colloquio mirato che vuole provare a orientare la persona verso un corretto modo di presentarsi all’azienda (scrittura di un CV), verso una candidatura ad una determinata azienda (proazione di candidatura) oppure verso una rivisitazione delle competenze possedute valutando eventuali periodi di formazione. Sono stati poi analizzati i risultati in termini di COB (ossia l’inizio di un contratto di lavoro a seguito degli incontri) e di accesso ai percorsi di Politica Attiva

Passando ai numeri i dati dell’affluenza ai Servizi nei vari Comuni risulta così suddivisa (dati ad un anno dall'inizio progetto):

COMUNE TOTALE COLLOQUI TOTALE PRESE IN CARICO COB POLITICHE ATTIVE
LIVORNO 123 54 19 15
CRESCENTINO 26 19 7 3
BIANZE' 78 34 14 5
VILLATA 31 17 10 6
SANTHIA' 193 99 38 19
CIGLIANO 74 49 18 16
TRONZANO 36 24 12 7
 Totali 561 296 118 71

Gli effetti indotti dalla nascita dello sportello sono importanti al pari dei risultati diretti. Lo sportello ha fatto nascere uno scambio proficuo con lo sportello dedicato all’assistenza sociale in quanto è stato possibile indirizzare a percorsi di politica attive persone che afferivano soltanto allo sportello socio-assistenziale (tale risultato è assimilabile a quella che si definisce funzione di partnership, con effetto potenziatore delle politiche messe in campo). E’ altrettanto importante la funzione di facilitazione che lo sportello ha introdotto (introduzione di servizi flessibili prima inesistenti e facilmente accessibili). Infine la conoscenza puntuale della situazione della città permette di progettare politiche puntuali e di condividere con gli stakeholder territoriali strategie, trasformando possibili barriere in alleanze

Progetti di Politiche attive per il lavoro

Scritto da claudio on . Postato in SAL

GARANZIA GIOVANI PON IOG

 

garanzia giovani

La Garanzia Giovani (Youth Guarantee) è il Piano Europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile. Con questo obiettivo sono stati previsti dei finanziamenti per i Paesi Membri con tassi di disoccupazione superiori al 25%, che saranno investiti in politiche attive di orientamento, istruzione e formazione e inserimento al lavoro, a sostegno dei giovani che non sono impegnati in un'attività lavorativa, né inseriti in un percorso scolastico o formativo (Neet - Not in Education, Employment or Training).

L’intervento offre opportunità di orientamento, formazione e inserimento al lavoro volte ad acquisire nuove competenze e per entrare nel mercato del lavoro.

Se sei quindi un giovane tra i 15 e i 29 anni, residente in Italia – cittadino comunitario o straniero extra UE, regolarmente soggiornante  – non impegnato in un’attività lavorativa né inserito in un corso scolastico o formativo, la Garanzia Giovani è un’iniziativa concreta che può aiutarti a entrare nel mondo del lavoro, valorizzando le tue attitudini e il tuo background formativo e professionale.

Per saperne di più vai qui.

In tutte le nostre sedi puoi partecipare al progetto e troverai operatori che possono aiutarti.

GARANZIA GIOVANI DISABILI

ggpiemonteLa Regione Piemonte con la Direttiva pluriennale per l’attuazione del Piano Regionale Garanzia Giovani “Atto di Indirizzo per la formulazione dei Bandi regionali periodo 2014 - 2018” (DGR n. 34–521 del 3 Novembre 2014) ha inteso promuovere un modello innovativo di attuazione delle politiche finalizzate all’inserimento lavorativo dei giovani, nel rispetto dei principi del “Piano di attuazione Italiano della Garanzia per i Giovani”. Tale modello, riconduce ad una strategia unitaria tutte le misure atte a perseguire gli obiettivi della Raccomandazione del Consiglio Europeo del 22 aprile 2013 e gli indirizzi già resi pubblici a livello nazionale.
In tale contesto di programmazione si inserisce la decisione della Direzione Regionale Coesione Sociale di ampliare la gamma di opportunità a disposizione dei giovani piemontesi che si trovano nella condizione di NEET (Not in Education, Employment or Training), mettendo a disposizione un intervento sperimentale denominato Progetto straordinario Garanzia Giovani Disabili – GGD. Tale intervento è rivolto a soggetti ad alto rischio di esclusione sociale ed è finanziato a valere sul Fondo Regionale per l'occupazione dei disabili (FRD). Il Progetto straordinario Garanzia Giovani Disabili si configura quindi come una delle azioni collegate al programma Garanzia Giovani e intende contribuire al raggiungimento degli obiettivi generali che la Regione Piemonte ha fissato nel Piano Regionale di Attuazione approvato con D.D. n. 397 del 29 Maggio 2014 e modificato con DD n. 503 del 16 Luglio 2014.

 

In tutte le nostre sedi puoi partecipare al progetto e troverai operatori che possono aiutarti.

BUONO SERVIZI AL LAVORO

Il Buono per Servizi al Lavoro è una misura della Regione Piemonte, finanziata dal Fondo sociale europeo 2014-2020, per favorire l’inserimento occupazionale di persone disoccupate e svantaggiate.

  • è un INSIEME DI SERVIZI ALLA PERSONA, personalizzato sulle caratteristiche dell’utente, per l’accompagnamento alla ricerca di impiego. Non è un assegno in denaro;  i servizi, gratuiti per l'utente, vengono pagati a chi li eroga .
  • è composto da un numero di ORE DEDICATE, da far fruire, in forma individuale o per piccoli gruppi, alle persone disoccupate per accompagnarle nella ricerca attiva di lavoro
- Per disoccupati da più di sei mesi

Requisiti per partecipare:

  • avere residenza o domicilio in Piemonte
  • avere compiuto 30 anni;
  • essere disoccupati
  • non percepire ammortizzatori sociali

può partecipare anche chi:

  • beneficia di misure di sostegno al reddito di inclusione (SIA o REI)
  • svolge attività con contratto di lavoro subordinato inferiore a 6 mes
- Per persone in condizione di particolare svantaggio

Requisiti per partecipare:

  • avere residenza o domicilio in Piemonte
  • essere disoccupati
  • appartenere a una delle categorie di particolare svantaggio (vedi qui la descrizione completa), attestata da servizi sociali e sanitari, o da altri Enti titolati a farlo
  • non percepire ammortizzatori sociali

può partecipare anche chi

  • beneficia di misure di sostegno al reddito di inclusione (SIA o REI)
  • svolge attività con contratto di lavoro subordinato inferiore a 6 mesi
- Per persone con disabilità

Requisiti per partecipare;

  • essere disoccupati
  • essere iscritti al Collocamento mirato (legge 68/1999)
  • avere domicilio in Piemonte
  • non essere già inseriti in altre iniziative nell’ambito della programmazione regionale a sostegno del lavoro, fatta eccezione per il percorso SIA.

In tutte le nostre sedi puoi partecipare ai progetti e troverai operatori che possono aiutarti.

 

 

Chance to work

Scritto da claudio on . Postato in SAL

Questa pagina vuole fornire informazioni relative  sia ai visti USA non immigrante, che ai Visti USA Immigrantecostituzione americana. Ottenere un visto è infatti un requisito fondamentale per lavorare negli States, sia per coloro che intendono recarsi temporaneamente, sia per coloro che desiderano stabilirsi in maniera permanente.
 

Lavoro temporaneo

Coloro che desiderano recarsi negli Stati Uniti in via temporanea per lavoro temporaneo dovranno ottenere un visto non immigrante. Per informazioni complete sui viaggi negli USA e sui visti, visitare il sito Web www.travel.state.gov.

Pianificate le cose con largo anticipo. Si consiglia vivamente di aspettare ad acquistare i biglietti aerei fino a quando il viaggiatore non abbia ricevuto un visto valido. Il biglietto non è richiesto al momento dell'intervista per la richiesta di visto. 
In particolare, se un richiedente desidera lavorare temporaneamente negli Stati Uniti come non immigrante, in base alle leggi USA sull'immigrazione al richiedente occorre un visto specifico, basato sul tipo di lavoro che il richiedente svolgerà. La maggior parte delle categorie di lavoratore temporaneo richiede che il possibile datore di lavoro o agente del lavoratore compili una petizione I-129 che deve essere approvata dall'Ufficio di Cittadinanza e servizi di Immigrazione U.S.A (USCIS) prima che il richiedente possa presentare domanda di visto. Per maggiori informazioni, si veda la pagina www.uscis.gov/portal/site/uscis.

I soggetti possono presentare domanda per un visto da lavoratore temporaneo unicamente dopo che il datore di lavoro abbia presentato la petizione I-129 e che l'USCIS l'abbia approvata. L'USCIS emetterà quindi un Modulo I-797 che reca un numero di ricevuta di conferma. Tale numero è richiesto per poter fissare un appuntamento tramite questo servizio. Copie cartacee dei moduli I-797 e/o I-129 non sono necessarie. Tra i visti per lavoro temporaneo citiamo:

  • (H2-A)Lavoratori agricoli stagionali – Il visto H2-A consente ai datori di lavoro statunitensi di portare lavoratori stranieri negli Stati Uniti per svolgere lavori agricoli temporanei per i quali non è disponibile manodopera americana.
  • (H2-B) Lavoratori temporanei o stagionali non agricoli – Il programma H2-B per lavoratori temporanei non agricoli consente a datori di lavoro americani di portare lavoratori stranieri negli Stati Uniti per svolgere lavori temporanei non agricoli.
  • (H3) Tirocinanti (non medici o accademici) – Questo tipo di visto è designato a consentire a cittadini stranieri di recarsi negli Stati Uniti per ottenere formazione in svariate aree tra cui agricoltura, commercio, comunicazioni, finanza, governo, trasporti, professioni, nonché in aree puramente industriali.
  • (J) VISITATORE PER PROGRAMMI DI SCAMBIO CULTURALE
    I visti per visitatori per programmi di scambio culturale (J-1) sono visti non immigranti per soggetti idonei alla partecipazione a programmi di scambio negli Stati Uniti. Visitare il sito Web del Dipartimento di Stato in merito al programma visto per scambio culturale all'indirizzo j1visa.state.gov/programs per saperne di più sui requisiti del programma, le norme che lo riguardano e molto altro. On questo programma sono inclusi gli studenti di tutti i livelli d'istruzione; tirocinanti assunti da ditte, istituzioni o agenzie, che vengono finanziati per corsi di addestramento; insegnanti di scuola primaria, secondaria e di specializzazione; professori che desiderano insegnare o frequentare corsi superiori di specializzazione; studiosi nel campo della ricerca; coloro che desiderano seguire corsi professionali nel campo medico e paramedico; visitatori internazionali che viaggiano con l'intento di osservare, consultare, ricercare, imparare, partecipare o dare dimostrazioni di conoscenze e di abilità specialistiche o di seguire programmi organizzati per scambi individuali. Maggiori informazion anche su: italian.italy.usembassy.gov/visti/vis/vis-5-it.html

Lavoro permanente - Immigrare Negli States
I cittadini stranieri che desiderano immigrare e vivere permanentemente negli Stati Uniti devono seguire procedure specifiche al fine di richiedere un Visto di Immigrazione. Un Visto di Immigrazione rilasciato dalla Sezione Consolare degli Stati Uniti consente di viaggiare per gli Stati Uniti per l’ammissione come Residente Permanente Legale (LPR). Una volta ammessi, si avrà il diritto di vivere e lavorare negli Stati Uniti in modo permanente. Ulteriori informazioni possono essere reperite sul sito United States Citizenship and Immigration Services (USCIS).

Fonte: Official U.S. Department of State Visa Appointment Service. 

Di seguito alcuni link utili per avere informazioni sui visti e su come ottenerli. 
italian.italy.usembassy.gov/visti
www.justlanded.com/english/USA
www.uscis.gov/portal/site/uscis  

Cercare lavoro:

Lavoro stagionale:
www.summerjobs.com/do/search 
www.allianceabroad.com
www.coolworks.com/international-job-seekers
www.ccusa.com 
www.interexchange.org
www.internationalservices.fr

Lavoro più a lungo termine
www.usimmigrationsupport.org
www.usajobs.gov 
www.jobsearchusa.org
www.careerbuilder.com 
www.net-temps.com
jobs.goabroad.com
www.jobbankusa.com

cfr: la maggior parte dlle informazioni sono tratte dal portale dei giovani della Comunità europea.

SAL: servizi alle imprese

Scritto da claudio on . Postato in SAL

Informazione e scouting

Obiettivo: promuovere i servizi alle imprese con relativa rilevazione delle esigenze e dei fabbisogni, prestando anche se necessario consulenza

Attività: Promozione dei servizi sul territorio, Analizzare il mercato e selezionare le imprese disponibili, Scouting e screening dei fabbisogni di servizi e personale

Inimmagine sal impreseformazione e accesso ai servizi

Obiettivo: fornire alle imprese supporto informativo e consulenziale identificando i possibili ambiti di supporto e di collaborazione

Attività: Accoglienza, illustrazione dei servizi erogati (requisiti e regole di accesso), fornire informazioni di utilità per le aziende quali incentivi e agevolazioni per le assunzioni, procedure amministrative, apprendistato, tirocini, stage e formazione finanziata, e per quanto di pertinenza su normativa in materia di lavoro

Consulenza

Obiettivo: supportare le imprese rispetto ai loro fabbisogni legati alla formazione, all’inserimento e alla gestione delle risorse umane con progetti mirati

Attività: Assistenza (per quanto di competenza) ai datori di lavoro in tema di: interpretazione di normativa e contrattualistica di riferimento, facilitazione all'inserimento e attivazione di misure di accompagnamento al lavoro, inserimento di soggetti svantaggiati Orientamento circa l'offerta formativa disponibile sul territorio per il recupero di gap formativi o adeguamento dei profili professionali Sostegno e progettazione alla realizzazione di piani di sviluppo delle risorse Umane Accompagnamento nella gestione dei rapporti con organismi che operano in materia di lavoro (INPS, Ispettorato del Lavoro, Spresal,..)

Incontro domanda/offerta di lavoro

Obiettivo: supportare le imprese nella fase di scelta dei profili professionali rispondenti ai fabbisogni aziendali

Attività: Individuare le candidature maggiormente rispondenti alle necessità rilevate, pubblicizzare le ricerche di personale, Selezione le candidature coerenti, facilitare le attività di matching, rilevare gli esiti a seguito di selezioni

Le sedi SAL

Scritto da claudio on . Postato in SAL

La sede di Vercelli si trova in piazza Cesare Battisti, 9 al primo piano.

Il referente per i servizi della sede è la dott.sa Silvia Mentigazzi (silvia.mentigazzi@coverfop.it).

immagine sede vercelli sal

La sede osserva i seguenti orari:

dal lunedì al giovedì: dalle 8,30 alle 12,30

Su appuntamento
lunedì:   dalle 14,30 alle 16,30
venerdì: dalle 10,00 alle 12,00

I recapiti telefonici della sede sono:
Tel. 0161.502006

Fax 0161.602251

 

 

 

 

 

La sede di Gattinara si trova in corso Valsesia 112 al primo piano.

Il referente per i servizi della sede è la sig.ra Giovanna Platini giovanna.platini@coverfop.it

immagine sal gattinara

ORARI
Lunedì:   
14,00 -16,00
Martedì e giovedì:
8,00 -13,00  e 14,00 -16,30
Mercoledì:   
14,00 -16,00

su appuntamento
venerdì
dalle 14,00 alle 16,00

 

 

UA-124446892-1